TANIA PISTONE


25-05-2004
26-06-2004
Milano

La Galleria Cardi annuncia la mostra di Tania Pistone, giovane artista che lavora tra Torino e New York. Siciliana di nascita (1969), l'artista ha una formazione scolastica al liceo artistico e alla Facoltà di Architettuta di Torino. I lavori dell’artista al primo sguardo sembrano opere neo-astratte per la regolarità dei segni e l’utilizzo del colore. Considerando anche l’uso del testo scritto, che affiora dalla superficie pittorica, l’opera di Tania Pistone può allora rientrare a pieno titolo nella corrente “New Modern”, tendenza artistica di recente teorizzazione. I supporti sono tele e tavole che possono anche avere forme inconsuete come ovali, oppure quadrati e rettangoli privati di un angolo. Lo spessore del supporto, sia esso la tela o la tavola, può essere di notevole profondità e sulla superficie l’acrilico è steso con pennellate corpose e colori vivaci. Un’osservazione più accurata svela una trama accurata e minuziosa che traspare dalla squillante e materica superficie cromatica. Si intravede dunque una sorta di filigrana, un reticolo calligrafico ordinato e preciso. Il contenuto del testo scritto si riferisce a citazioni di brani letterari, a lunghe frasi tratte dai suoi appunti, ad esclamazioni di fumetti e a notizie di telegiornale. Questi testi costituiscono un substrato testuale, quasi un flusso informativo non percepibile a livello cosciente che continua a palpitare sotto la superficie scintillante. Le opere di Tania Pistone esprimono una metafora dell’esistenza contemporanea dove, a fronte di una vita condotta su precisi canoni di esteriorità, fluiscono nella nostra coscienza sia informazioni e notizie del presente, che le nozioni apprese nel passato.